Carro miscelatore semovente o trainato: quale scegliere?

semovente

Il carro miscelatore semovente e quello trainato entrambi svolgono la stessa funzione all’interno dell’azienda agricola, ossia quella di mescolare gli ingredienti della razione e distribuirla agli animali, ma hanno alcune differenze significative. Ecco le principali:

Carro miscelatore semovente:

  1. Autonomia: Un semovente ha il proprio motore e può muoversi indipendentemente, senza bisogno di essere trainato da un’altra macchina. Questo offre maggiore libertà di movimento e non dipende dalla presenza di un trattore o di un’altra fonte di trazione.
  2. Manovrabilità: Poiché è autosufficiente, un semovente spesso offre maggiore manovrabilità in ambienti stretti o difficili da raggiungere rispetto a uno trainato, potendo spostarsi in modo più flessibile.
  3. Facilità d’uso: Gli operatori possono controllare direttamente il semovente senza la necessità di collegarlo a un trattore. Questo può rendere l’utilizzo più immediato e semplice.
  4. Minori vincoli di movimento: Un trainato è vincolato alla potenza e alle capacità di traino del trattore. Un carro semovente invece ha il vantaggio di muoversi indipendentemente e può operare in luoghi dove il trattore potrebbe avere difficoltà a raggiungere.
  5. Facilità di controllo: La gestione può essere più diretta e intuitiva, poiché l’operatore può controllare la macchina direttamente senza dover gestire anche il trattore trainante.
semovente

Carro miscelatore trainato:

  1. Dipendenza dal trattore: Un carro trainato richiede un trattore o un’altra fonte di trazione per essere mosso. Ciò significa che la sua mobilità dipende dalla potenza e dalla capacità di traino del veicolo trainante.
  2. Maggiore flessibilità: Anche se dipende dal trattore, un carro trainato può essere più flessibile nell’uso, poiché può essere agganciato e sganciato rapidamente da diversi trattori. Questo può essere vantaggioso in situazioni in cui si dispone di più trattori per svolgere varie attività.
  3. Dimensioni e capacità: I carri trainati possono essere progettati per capacità maggiori rispetto a quelli semoventi, permettendo il trasporto di quantità di cibo maggiori in un’unica volta.
trainato

In sintesi il carro miscelatore svolge un ruolo fondamentale nel garantire che gli animali degli allevamenti ricevano una dieta bilanciata e ben miscelata, contribuendo al loro benessere, alla salute e stimolando una produzione ottimale. La scelta tra un semovente e un trainato dipende dalle esigenze specifiche dell’allevamento, dalla tipologia di razione, dalla quantità di unifeed da produrre quotidianamente, dalla tipologia di stalla e dalle preferenze dell’operatore.

In ogni caso l’acquisto di una macchina Faresin è sempre una garanzia per numerosi motivi, legati soprattutto al contenuto tecnologico dei prodotti, alla qualità produttiva e ai servizi connessi. Nello specifico:

  1. Solidità costruttiva: Faresin è riconosciuta per la robustezza e la qualità dei materiali impiegati. La struttura solida e resistente assicura durata nel tempo anche in condizioni di utilizzo intensivo.
  2. Innovazione tecnologica: Faresin investe in tecnologie all’avanguardia per garantire la massima precisione nella miscelazione degli alimenti. L’uso di tecnologie avanzate consente una distribuzione uniforme dei nutrienti, contribuendo a migliorare il benessere animale.
  3. Ampia gamma di prodotti: Faresin offre una vasta gamma di carri miscelatori che si adattano alle diverse esigenze di tutti gli allevamenti, dalle piccole alle grandi dimensioni. Questa varietà consente agli operatori di scegliere il modello più adatto alle loro specifiche necessità.
  4. Servizio clienti e assistenza: Faresin fornisce un servizio clienti di alta qualità, offrendo supporto tecnico, manutenzione e disponibilità di ricambi in tempi brevissimi. Questo tipo di assistenza post-vendita è cruciale per garantire che i clienti abbiano una positiva esperienza d’uso dei prodotti.
  5. Reputazione consolidata: Nel settore agricolo, Faresin ha costruito nel corso degli anni una solida reputazione basata sulla qualità dei suoi carri miscelatori e sull’affidabilità del marchio. Questo ha contribuito a posizionare i prodotti come una perfetta scelta per tutti gli allevatori.
benessere animale faresin
Laura

Laura

Mi chiamo Laura e mi occupo della comunicazione e delle relazioni con la stampa. Sono molto creativa e mi diverto a liberare il mio estro nella produzione di contenuti come articoli, foto e video. La curiosità è il mio mantra. Sono appassionata di marketing e di comunicazione innovativa, e sono sempre attenta alle nuove tendenze.
Articoli correlati

Faresin a Fieragricola 2024

Produttività e sostenibilità per tutti gli agricoltori Nel 2024 Faresin sarà nuovamente presente a Fieragricola di Verona, con grandissime novità dedicate alla zootecnia e all’agricoltura

leader pf3 40 mc

Leader PF3 ora con 40 mc di capacità

I semoventi Faresin sono sempre più enormi L’ammiraglia di gamma Leader PF3, inizialmente proposta nelle cubature 30 e 36 m3, ora è disponibile anche con

Condividi su:
EU+PONIC_Riaccendiamo_lo_sviluppo+MIMIT

ERAMIX - Electric and Robot driven mixing technologies for the future sustainable agriculture

Nella proposta progettuale il team R&D Faresin sarà impegnato in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Le stesse saranno portate a termine mediante l’apporto intellettuale di tecnici interni all’azienda, avvalendosi del supporto di specialisti esterni, tra gli altri: Service Group R&D, dell’Università degli studi di Padova. Il progetto è stato sostenuto dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy attraverso la concessione di un contributo diretto alla spesa pari a 1.960.732 € e di un finanziamento a tasso agevolato pari a 1.386.222 €.

Puntualmente, le finalità di progetto si riassumono nei seguenti punti:

• massimizzazione del benessere dell’animale: precision feeding, benessere dell’ambiente stalla;
• elettrificazione dei sistemi di propulsione per carri miscelatori;
• farm del futuro:
• sviluppo della guida autonoma per i carri di miscelazione
• sviluppo di un MES per la gestione del processo: precision farming
• implementazione del calcolo della carbon footprint di processo in real-time analizzata in tempo reale e riferita al litro di latte prodotto

Le attività prevedranno tutti gli step necessari alla realizzazione di una nuova gamma di prodotto: dalla fattibilità, alla progettazione, alla realizzazione e test, una pluralità di work packages sono volti alla realizzazione e validazione di prototipi di carro miscelatore, full electric, anche con guida autonoma e con features digitali che porteranno alla rivoluzione delle attuali pratiche operative del settore di riferimento.

Infine, il progetto rispetta il principio DNSH (“Do No Significant Harm”), di cui all’articolo 17 del regolamento (UE) 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2020. La quantificazione dell’impatto ambientale associato alle soluzioni sviluppate nel corso del progetto agevolato viene condotta facendo ricorso a strumenti di LCA (Life Cycle Assessment) grazie alla collaborazione con la società Service Group R&D.