Faresin ad Agritechnica 2023: Da 50 anni insieme agli agricoltori

Agritechnica

Dopo aver festeggiato il 50° anniversario dalla fondazione con una grande convention internazionale, Faresin sbarca ad Agritechnica 2023 con tantissime novità. Innovazioni a destinate a rivoluzionare il mondo dell’agricoltura e della zootecnia nel segno della sostenibilità e della tecnologia.

Lo stand n° A26, collocato nel padiglione 21 della Hannover Messe, vedrà come protagoniste numerose nuove macchine, frutto degli ultimi avanzamenti tecnologici compiuti da Faresin negli ultimi tempi. Macchine progettate oggi ma già pronte per il domani.

Dall’ultima edizione della manifestazione, Faresin ha vissuto una crescita inarrestabile derivata dall’introduzione di prodotti sempre più green e da macchine sempre più avanzate e interconnesse. Il mercato richiede infatti prodotti sempre più ecologici, sicuri ed efficienti.

La gamma dei telescopici è stata completamente rinnovata, grazie alla nuova serie FS, mentre i carri miscelatori hanno visto un grande ampliamento dell’offerta. Ambedue le linee di prodotto condividono lo stesso obiettivo della carbon neutrality: 0 emissioni per la gamma elettrificata e costante riduzione dei consumi per l’endotermico. Per questo motivo Faresin ha raddoppiato la gamma che si si sta strutturando su due linee parallele – endotermica ed elettrificata – comunque predisposte per condividere tra loro soluzioni ed innovazioni tecnologiche che creano valore per i clienti.

Le novità Faresin presentate ad Agritechinca

In quest’ottica ad Agritechnica verrà lanciato sul mercato Leader PF Full Electric il primo carro miscelatore semovente 100% elettrico marchiato Faresin, che completa la gamma elettrificata Faresin, lanciata nel 2018 con la presentazione del primo sollevatore telescopico elettrico al mondo.

Per le aziende agricole di dimensioni più contenute, farà il suo esordio il nuovo Leader PF Classic, semovente compatto a una coclea. Linea low cost pensata per un primo approccio al precision feeding.

Completamente rinnovata la gamma dei trainati verticali TPF, che ora comprende ben 33 diverse cubature e la possibilità di montare da una a tre coclee. Ora i modelli sono stati riorganizzati tre configurazioni: Classic, Plus e Profi.

Per telescopici, invece, debutta la nuova FS Middle, serie pensata per essere agile e versatile in ogni contesto agricolo ed edilizio, che comprende macchine con bracci estensibili che vanno da 7 a 10 metri di altezza con portate da 3,5 a 4,5 tonnellate.

Per scoprire queste numerose novità (e non solo) Faresin è lieta di accogliervi ad Agritechnica allo stand A26, nel padiglione 21. Vi aspettiamo!


Agritechnica
Laura

Laura

Mi chiamo Laura e mi occupo della comunicazione e delle relazioni con la stampa. Sono molto creativa e mi diverto a liberare il mio estro nella produzione di contenuti come articoli, foto e video. La curiosità è il mio mantra. Sono appassionata di marketing e di comunicazione innovativa, e sono sempre attenta alle nuove tendenze.
Articoli correlati

Faresin a Fieragricola 2024

Produttività e sostenibilità per tutti gli agricoltori Nel 2024 Faresin sarà nuovamente presente a Fieragricola di Verona, con grandissime novità dedicate alla zootecnia e all’agricoltura

leader pf3 40 mc

Leader PF3 ora con 40 mc di capacità

I semoventi Faresin sono sempre più enormi L’ammiraglia di gamma Leader PF3, inizialmente proposta nelle cubature 30 e 36 m3, ora è disponibile anche con

Condividi su:
EU+PONIC_Riaccendiamo_lo_sviluppo+MIMIT

ERAMIX - Electric and Robot driven mixing technologies for the future sustainable agriculture

Nella proposta progettuale il team R&D Faresin sarà impegnato in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Le stesse saranno portate a termine mediante l’apporto intellettuale di tecnici interni all’azienda, avvalendosi del supporto di specialisti esterni, tra gli altri: Service Group R&D, dell’Università degli studi di Padova. Il progetto è stato sostenuto dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy attraverso la concessione di un contributo diretto alla spesa pari a 1.960.732 € e di un finanziamento a tasso agevolato pari a 1.386.222 €.

Puntualmente, le finalità di progetto si riassumono nei seguenti punti:

• massimizzazione del benessere dell’animale: precision feeding, benessere dell’ambiente stalla;
• elettrificazione dei sistemi di propulsione per carri miscelatori;
• farm del futuro:
• sviluppo della guida autonoma per i carri di miscelazione
• sviluppo di un MES per la gestione del processo: precision farming
• implementazione del calcolo della carbon footprint di processo in real-time analizzata in tempo reale e riferita al litro di latte prodotto

Le attività prevedranno tutti gli step necessari alla realizzazione di una nuova gamma di prodotto: dalla fattibilità, alla progettazione, alla realizzazione e test, una pluralità di work packages sono volti alla realizzazione e validazione di prototipi di carro miscelatore, full electric, anche con guida autonoma e con features digitali che porteranno alla rivoluzione delle attuali pratiche operative del settore di riferimento.

Infine, il progetto rispetta il principio DNSH (“Do No Significant Harm”), di cui all’articolo 17 del regolamento (UE) 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2020. La quantificazione dell’impatto ambientale associato alle soluzioni sviluppate nel corso del progetto agevolato viene condotta facendo ricorso a strumenti di LCA (Life Cycle Assessment) grazie alla collaborazione con la società Service Group R&D.