Faresin a Fieragricola 2022: macchine pronte per l’agricoltura di domani

fieragricola 2022

Faresin ha partecipato all’ultima edizione di Fieragricola, che ritorna dopo due anni di stop dovuti all’emergenza sanitaria. Dal 2 al 5 Marzo 2022 l’industria vicentina presenterà ai visitatori le ultime novità dedicate ai propri carri miscelatori e sollevatori telescopici, macchine intelligenti che garantiscono la redditività misurabile delle aziende agricole e che sono già pronte per l’agricoltura di domani.

Guidata dal Presidente Sante Faresin con le figlie Silvia e Giulia, Faresin Industries ha saputo affermarsi grazie a una strategia industriale che ha sempre premiato l’eccellenza costruttiva e lo sviluppo di tecnologie intelligenti. Tecnologie progettate, sperimentate e realizzate all’interno stabilimento di Breganze con l’obiettivo di alzare costantemente l’asticella delle prestazioni e di offrire soluzioni costruttive all’avanguardia.

Quasi 50 anni di esperienza nel settore, insieme con la ricerca avanzata, pongono Faresin in prima linea nell’innovazione, permettendo ai carri miscelatori e ai sollevatori telescopici di affermarsi sul mercato globale delle macchine agricole per contribuire non solo a migliorare il benessere degli animali negli allevamenti, ma ad ottimizzare cicli e carichi di lavoro degli operatori.

Nuova linea Trainati Essential: debutto mondiale a Fieragricola per PF Essential 2.24

A Fieragricola è stata presentata in anteprima mondiale la nuova linea di carri miscelatori trainati PF Essential, che coniuga le prestazioni della gamma Precision Feeding con un prezzo accattivante. Grazie a queste peculiarità queste macchine si rivolgono ad una più ampia platea di allevatori, come primo approccio all’alimentazione di precisione. Sono disponibili modelli a uno o due coclee fino alla capacità di 24 metri cubi.

I carri miscelatori trainati PF Essential sono caratterizzati da un peso vuoto notevolmente ridotto (circa il 15%) che consente risparmi in termini di consumi e costi di gestione, essendo più semplice da movimentare. Queste macchine consentono di ottenere miscelate perfette e omogenee in tempi rapidi, nel pieno rispetto della fibra grazie alla geometria interna della vasca. La particolare forma a cono dello stelo centrale e la chiusura superiore “Fast Cleaninig” elimina il pericolo di ristagno del prodotto aumentando così la salubrità della miscelata. L’innovativo sistema di pesatura programmabile consente di preparare ricette precise in modo semplice, funzionale e intuitivo.

Tutti i carri della linea sono dotati di scarico con tappeto scorrevole, largo fino a 900mm, che permette di scaricare in modo uniforme la miscelata in mangiatoia comprendere e per rendere ancora più rapide le operazioni di distribuzione della razione.

Anche la linea PF Essential nasce predisposta per l’integrazione con il sistema di analisi spettrofotometriche NIR direttamente nella vasca di miscelazione, che consente di monitorare in tempo reale le proprietà chimico-fisiche e il livello di omogeneità della razione.

Leader PF 2.24 Ecomix: soluzioni 4.0 per ogni allevamento

Ricerca e innovazione sono nel DNA di Faresin. Per prima infatti ha ideato e perfezionato il Precision Feeding, concetto che ha guidato l’evoluzione nel tempo dei carri miscelatori, allo scopo di portare in mangiatoia una razione ottimizzata e omogenea per favorire la digeribilità.

A questo scopo l’azienda mette in campo una serie di applicazioni 4.0 per facilitare non solo la gestione da parte del cliente ma soprattutto per migliorare il benessere animale. Il benessere animale è infatti un fattore determinante per la redditività degli allevamenti a breve, medio e lungo termine e per la sostenibilità delle produzioni.

La tecnologia dei carri Faresin è un vero e proprio sistema integrato 4.0, che prevede l’interconnessione tra l’apparato di pesatura della macchina e device come computer, tablet e smartphone. In questo modo tutti i dati della miscelata vengono caricati in rete, per essere poi visualizzati ovunque tramite una webapp.

Il gestionale 4.0 Farm Manager Web consente all’allevatore di monitorare i costi alimentari, gestire le scorte a magazzino e programmare le attività quotidiane, come le ricette.

La necessità di monitorare costantemente l’unifeed, in termini di indici omogeneità, selezione e sfibratura dei foraggi, ha spinto lo sviluppo di un sistema di analisi NIR, integrato nella vasca di miscelazione, in grado di misurare in tempo reale le proprietà chimico-fisiche e il livello di omogeneità della razione.

Inoltre per ottenere efficienza e produttività superiori, Faresin ha introdotto la piattaforma Farmatics per la telemetria e la telediagnosi con cui è possibile controllare da remoto il funzionamento del carro miscelatore.

A Fieragricola è stato esposto il carro miscelatore semovente Leader PF 2.24 Ecomix a due coclee verticali. Una macchina full optional dotata di trazione integrale, mulino ad assetto variabile, NIR montato sulla vasca di miscelazione e tutte le applicazioni 4.0. Il meglio della tecnologia disponibile oggi sul mercato mondiale.

FS 7.32 Compact: seconda apparizione dopo Eima

Continua il tour di presentazione della nuova gamma Next Generation di sollevatori telescopici Faresin. Dopo il debutto assoluto ad Eima International 2021, FS 7.32 Compact sarà presente anche a Fieragricola.

FS 7.32 Compact, con 32 t di capacità massima di sollevamento e altezza massima di sollevamento pari 7,1 m, è una macchina che segna un nuovo standard nel segmento dei Compact, progettata da zero al fine di rispondere ad una domanda sempre più evoluta alla crescente sensibilità ambientale in tutti i settori. Una vera e propria risposta “sistemica” che porta FS 7.32 Compact al top del suo segmento perché incide su tutte le principali funzionalità della macchina e mette al centro l’operatore, il collegamento tra il mezzo, la sua gestione ed il controllo funzionale ed assistenziale.

La nuova gamma FS è caratterizzata da un design innovativo partito da un’idea R&D Faresin e sviluppato in collaborazione con prestigiosi studi specializzati e partner all’avanguardia in termini di tecnologia esecutiva. Abbassato e inclinato a spiovere sulla ruota anteriore destra, il nuovo cofano definisce un nuovo livello di visibilità per i sollevatori telescopici.

Tutti i componenti strutturali della nuova macchina, incluso il sofisticato software che gestisce la sensoristica integrata, sono stati infatti progettati, testati e realizzati nello stabilimento di Breganze. Una tecnologia Made in Faresin che sta rivoluzionando il settore e che ha già attirato l’attenzione globale con l’introduzione del primo sollevatore full electric al mondo. L’intera gamma nasce predisposta verso gli sviluppi futuri di interconnessione ed “internet of things”, a partire dall’Ag 4.0 per arrivare alla gestione delle flotte o al dialogo tra operatrici.

Allo stand di Faresin è stata presentata la versione con cabina ribassata, con altezza massima di 206 cm, che trova impiego anche in allevamenti avicoli o in per essere utilizzato in fabbricati stretti e bassi.

6.26 Full Electric: il primo sollevatore telescopico elettrico al mondo torna a Fieragricola

Con oltre 200 unità vendute, il sollevatore telescopico 6.26 Full Electric Faresin sta conquistando rapidamente il mercato globale. Grazie a questo telehandler, presentato nel 2018 a Eima come primo elettrico al mondo, Faresin si pone in una posizione di vantaggio competitivo rispetto ai top player del settore.

Si tratta di una macchina di ridotte dimensioni con i suoi 1,98 metri di larghezza per un’altezza massima di 1,93 m. Il raggio di svolta di soli 3,25 m con la capacità di sollevamento di 2,6 tonnellate ad un’altezza massima di 5,9 metri, la rendono un vero sollevatore telescopico tuttofare.  Il 6.26 Full Electric di Faresin è destinato ad impieghi dove emissioni e rumori devono essere limitati come cantieri notturni, centri abitati ad emissioni zero, allevamenti zootecnici, serre, luoghi di movimentazione di alimenti come celle frigorifere, cantine vinicole, laboratori alimentari, ecc. Questo sollevatore sta incontrando un crescente interesse anche tra le aziende che sono o si vogliono certificare a basso impatto ambientale

Con gli ultimi aggiornamenti, è stata installata una nuova batteria più performante portando l’autonomia di lavoro del 6.26 Full Electric a ben 10 ore di lavoro reali, ossia più di una giornata di lavoro. L’esperienza Faresin Industries nel settore professionale non lascia spazio a compromessi: una macchina da lavoro deve sempre dare il massimo.

La versione presente sullo stand di Faresin Industries a Fieragricola è un upgrade con miglioramenti significativi, come il Fast Charge onboard, ossia il kit di carica rapida ora alloggiato all’interno, la disponibilità dell’aria condizionata in cabina e, non ultimo, un miglioramento dell’erogazione della potenza del 30%. Non si interrompe mai la ricerca Faresin per migliorare le performance ed offrire sempre migliori prestazioni sulle proprie macchine.  

Picture of Giorgia

Giorgia

Mi chiamo Giorgia e mi occupo della comunicazione e delle relazioni con la stampa. Sono molto creativa e mi diverto a liberare il mio estro nella produzione di contenuti come articoli, foto e video. La curiosità è il mio mantra. Sono appassionata di marketing e di comunicazione innovativa, e sono sempre attenta alle nuove tendenze.
Articoli correlati
FS-range-Telehandler-in-Kapadokya

La serie FS Middle sbarca in Turchia

Il 22 maggio scorso è stata presentata ufficialmente sul mercato turco la nuova serie di caricatori telescopici FS Middle. Per l’occasione la presentazione davanti ad una folta rappresentanza di politici ed amministratori locali e ad sindaco della città di Nevşehir, nel cuore della Cappadocia.

Faresin a Fieragricola 2024

Produttività e sostenibilità per tutti gli agricoltori Nel 2024 Faresin sarà nuovamente presente a Fieragricola di Verona, con grandissime novità dedicate alla zootecnia e all’agricoltura

Condividi su:
EU+PONIC_Riaccendiamo_lo_sviluppo+MIMIT

ERAMIX - Electric and Robot driven mixing technologies for the future sustainable agriculture

Nella proposta progettuale il team R&D Faresin sarà impegnato in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Le stesse saranno portate a termine mediante l’apporto intellettuale di tecnici interni all’azienda, avvalendosi del supporto di specialisti esterni, tra gli altri: Service Group R&D, dell’Università degli studi di Padova. Il progetto è stato sostenuto dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy attraverso la concessione di un contributo diretto alla spesa pari a 1.960.732 € e di un finanziamento a tasso agevolato pari a 1.386.222 €.

Puntualmente, le finalità di progetto si riassumono nei seguenti punti:

• massimizzazione del benessere dell’animale: precision feeding, benessere dell’ambiente stalla;
• elettrificazione dei sistemi di propulsione per carri miscelatori;
• farm del futuro:
• sviluppo della guida autonoma per i carri di miscelazione
• sviluppo di un MES per la gestione del processo: precision farming
• implementazione del calcolo della carbon footprint di processo in real-time analizzata in tempo reale e riferita al litro di latte prodotto

Le attività prevedranno tutti gli step necessari alla realizzazione di una nuova gamma di prodotto: dalla fattibilità, alla progettazione, alla realizzazione e test, una pluralità di work packages sono volti alla realizzazione e validazione di prototipi di carro miscelatore, full electric, anche con guida autonoma e con features digitali che porteranno alla rivoluzione delle attuali pratiche operative del settore di riferimento.

Infine, il progetto rispetta il principio DNSH (“Do No Significant Harm”), di cui all’articolo 17 del regolamento (UE) 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2020. La quantificazione dell’impatto ambientale associato alle soluzioni sviluppate nel corso del progetto agevolato viene condotta facendo ricorso a strumenti di LCA (Life Cycle Assessment) grazie alla collaborazione con la società Service Group R&D.